Top
3 minutes read

Ieri ci siamo concessi ancora qualche ora di relax a Milano. Questa volta ci siamo addentrati tra le vie del quartiere Isola, tra grattacieli di vetro, murales, giardini e palazzine in stile liberty. L’associazione che organizza queste passeggiate è la stessa di cui già avevo parlato qui, Wonderway, la prossima volta probabilmente proveremo uno dei loro giri in bicicletta. Il ritrovo, come sempre alle 11.00, è stato in un posto molto carino, il Café Gorille. Prima ne abbiamo approfittato per dare un’occhiata al Piazzale Gae Aulenti, parte dell’immenso complesso realizzato intorno alla Stazione di Porta Garibaldi. Devo dire che ci è piaciuto molto, dà l’idea di uno spazio ampio e moderno, dinamico e vivace.


Tornando al nostro giro, è stato bello scoprire alcune realtà locali del quartiere come BRIChECO, una falegnameria sociale in cui chiunque voglia aggiustare o realizzare i propri mobili può usufruire di questi spazi, oppure la Ciclofficina Stecca, con molte attività legate alle bici, oppure ancora l’Isola Pepe Verde, un giardino condiviso che gli abitanti hanno fortemente voluto e rappresenta l’ennesimo esempio di condivisione e confronto in una città in continuo fermento.


Mi ha colpito molto tutto ciò, in realtà, perchè è come se le persone abbiano estremamente bisogno di ritrovarsi nel contesto di una comunità, di ritrovarsi e di condividere qualcosa, indipendentemente dal fatto che si tratti di fai da te, giardinaggio o passioni varie… penso proprio che la città sia alienante e che sia anche paradossalmente facile sentirsi più soli in mezzo a tanta gente che su un’isola deserta… il bello di queste nostre giornate milanesi è proprio questo: aprire la mente al nuovo, a ciò che cambia, a diversi modi di relazionarsi, a prospettive completamente diverse. E poi tornare nel nostro paesino sul lago, tra la natura, la pace, le nostre abitudini.


Molto interessante è stato anche scoprire qualche curiosità sul famoso Bosco Verticale, il complesso di due grattacieli realizzati con 700 alberi e 20000 esemplari di piante nei balconi/terrazze che seguono la stagionalità e posizionati in punti precisi della struttura a seconda delle loro caratteristiche botaniche e dell’esposizione solare. Davvero bello pensare che si possano realizzare cose così belle, preziose per il pianeta ma anche utili… ecco, forse il “non senso” è che non siano accessibili a tutti, che ci siano solo due complessi realizzati in questo modo, estremamente costosi, eccecc…


Dopo tanto camminare e camminare, murales e splendidi palazzi da ammirare, al termine del percorso ci dirigiamo per un’ottimo pranzetto crudista da Mantra Raw Vegan, zona Porta Venezia, lo conoscete? Ogni tanto ci torniamo volentieri per gustarci alcune delle loro ottime proposte accompagnate dall’immancabile smoothie 😋 quando torno a casa poi puntualmente per una settimana vado avanti a farmi qualcuna delle loro ricette!!! 💙

post a comment