Sunshine Blogger Award 2020

0 Shares
0
0
0
Sunshine Blogger Award

Sunshine Blogger Award 2020: quattro nomine per pureJoy!

Ma chi se lo aspettava? Ebbene si, seppur un po’ incredula, quest’anno ben 4 amici blogger hanno scelto di nominare il mio blog per il Sunshine Blogger Award!

Non posso far altro che ringraziarli per la fiducia e l’affetto dimostrato, al di là di questo riconoscimento, e invitarvi ad andare a curiosare sui loro blog se non li conoscete ancora!

Ha iniziato Michela di everywhereontheroad.it, amica e blogger appassionata di States e di viaggi on the road.

Poi è arrivata la nomina di Elisa, elisadepascali.com, che stimo molto prima di tutto come persona e poi come viaggiatrice a sostegno del turismo locale nella splendida Puglia ed esperta di viaggi in India.

Le nomine sono poi proseguite con i ragazzi di continentando.com, Raquel e Giorgio, con cui ho in comune l’intento di perseguire e diffondere viaggi sostenibili e turismo consapevole.

Per concludersi con l’ultima menzione di Alice, di thelostbag.com, che mi ha conquistata fin da subito con le sue esperienze in posti che ho sempre voluto visitare, il suo modo di raccontarli e le affinità che abbiamo in comune non solo a tema viaggi.

Cos’è il Sunshine Blogger Award?

Il “Sunshine Blogger Award” è un riconoscimento virtuale assegnato fra blogger sulla base di aspetti come qualità dei contenuti, stile, tipologia di viaggi, affinità con la persona o il modo di viaggiare. E’ un modo per raccontarsi e far conoscere qualcosa di sè oltre a presentare profili affini o che condividono passioni comuni.

Il tutto avviene tramite una serie di domande a cui, chi viene nominato, risponde. Vi lascio quindi qui sotto le risposte a tutte le domande che mi sono state fatte, preparatevi una buona tazza di caffè e prendetevi un po’ di tempo!

Rispondo alle domande di Michela

  • Cosa non può mai mancare nella tua valigia o zaino durante un viaggio?

Puntando all’essenzialità direi due cose: uno smartphone con cui posso districarmi per tutte le cose pratiche (mappe, ricerche, prenotazioni, pagamenti, ecc…) e un quaderno per scrivere i miei pensieri in viaggio (si, amo la carta e scrivere a mano!)

  • L’evento scatenante che ti ha fatto esclamare:
    ”Oggi apro un mio blog?”

Il mio primo blog è nato l’8 gennaio del 2008 ed era un semplice diario virtuale. Parlavo di me e dei miei pensieri, che con gli sconosciuti era più facile. Si chiamava The little chloe’s world.

Poi sono passata alla cucina con Le merende di Chloe. Pasticci in cucina ma con stile nel 2013.

pureJoy nasce nel 2014 ed è evoluto nel tempo, prima dedicato solo ai viaggi e ora contiene un po’ tutto di me e della mia vita!

  • Il ricordo più bello che ti ha lasciato un viaggio?

Di ogni viaggio ricordo sempre le sensazioni di pace e libertà.

  • Qual è il souvenir più strano che hai comprato o regalato dopo un viaggio?

Non sono un’amante di souvenir ma se capita cerco un libro di cucina tipica vegetariana del posto comprato in una piccola libreria locale.

  • Posta la tua foto più stupida e descrivi brevemente in quale occasione è stata scattata

“Tesoro, fammi una foto!”

Wynwood, Miami
Wynwood, Miami
  • Posta la tua foto più bella e indicaci quale significato ha per te

Maui, Hawaii
Maui, Hawaii

Ci eravamo appena sposati. Davanti a questo parco c’era un farmers’ market in cui ci fermavamo sempre a comprare la colazione e quella mattina abbiamo scattato questa foto. Alla felicità e alla spensieratezza di quel momento.

  • Sei tipo da guida e cartina oppure ti fai trasportare dalle emozioni, dai vicoli o da quello che vedi in giro?

Entrambi. Prima del viaggio pianifico sulla mappa, mentre quando sono sul posto mi lascio trasportare, per cui spesso ci sono variazioni rispetto al piano originale.

  • Viaggiatore solitario o in compagnia?

Solitario è il top mentre in compagnia viaggio solo con mio marito!

  • Ti sei mai fatto ispirare da film, serie tv, quadri, documentari nella scelta della tua meta di viaggio?

Si, quando siamo stati a Rodrigues. Avevo visto un video su YouTube e così l’abbiamo aggiunta durante il nostro viaggio a Mauritius.

Ile au Coco, Rodrigues
Ile au Coco, Rodrigues
  • Ti definiresti turista o viaggiatore?

Non mi definisco, le etichette mi stanno strette.

  • DOMANDA JOLLY – La tua reazione alla nomination per il Sunshine Blogger Award?

Urca e ora che devo fare? 😀

Rispondo alle domande di Elisa 

  • Sei un viaggiatore organizzato o preferisci last minute?

Entrambi. Di base organizzo con anticipo i viaggi lunghi, in posti lontano e in periodi di alta stagione. Mentre per weekend qua e là, viaggi in Italia o Europa amo l’imprevedibilità di trovarmi dopo poche ore da un’altra parte, senza averlo programmato!

  • Di cosa non puoi fare a meno durante i tuoi viaggi?

Di quelle sensazioni di pace, libertà e curiosità che mi accompagnano ogni volta che viaggio. Alla fine si pensa di essere attratti da luoghi e culture ma andiamo sempre alla ricerca delle emozioni che ci stanno dietro.

  • Qual è il Paese che più ti ha colpito e perché?

L’Islanda mi ha colpito molto perchè non immaginavo che la natura potesse ancora stupirmi e invece…

Fjaðrárgljúfur, Islanda
Fjaðrárgljúfur, Islanda
  • Immagini la tua vita fuori dall’Italia? Se si, dove?

Prima di pensare a un qualsiasi posto, deve esserci mio marito. Con lui posso  immaginare la mia vita ovunque.

Dickenson Bay, Antigua
Dickenson Bay, Antigua

Se dovessi scegliere, dovrebbe essere un posto in cui posso stare in una casetta piccola con un bel patio di fronte al mare… avrei davvero tante idee in mente!

  • Quale insegnamento ti ha trasmesso il viaggio?

Mi ha aperto la mente, mi ha insegnato l’indipendenza e la possibilità di basare tutto sulle mie forze. Mi ha insegnato cos’è la solitudine e a non averne paura.

  • Cosa ti piace condividere maggiormente dei tuoi viaggi?

Le emozioni dietro alle esperienze, anche se sono la cosa più difficile da trasmettere se non vivi il momento in prima persona.

Di solito con gli altri mi immedesimo molto, infatti sono elettrizzata quando qualcuno parte per un viaggio. Riesco ad immaginare molto bene l’emozione davanti a un tramonto o a uno spettacolo della natura vissuti da qualcun altro.

  • Qual è stato il tuo primo viaggio e cosa ricordi?

Quello che considero il mio primo vero viaggio è il mio soggiorno studio in Scozia quando avevo 12 anni. Ero partita da sola, senza i miei genitori, era il mio primo volo e forse anche la prima volta all’estero. Ricordo tutto.

  • Qual è stata l’esperienza più difficile che hai affrontato in viaggio e come l’hai superata?

La solitudine quando vivevo a Parigi. Non mi piace socializzare, mi viene sempre piuttosto difficile. Avendola vissuta posso dire che ce la si fa, per questo ora non mi spaventa più. Ho imparato a fare i conti con me stessa e ho trovato molta forza. Sicuramente faccio sempre tesoro delle esperienze per evolvere e crescere come persona.

Rispondo alle domande di Raquel e Giorgio 

  • Qual è il messaggio che vuoi comunicare attraverso il tuo blog?

Promuovo il valore delle esperienze, delle emozioni, ciò che dà un senso alla vita e così anche al viaggio.

Non siamo mai alla ricerca della prossima meta ma dell’emozione che questa ci provoca.

  • Cosa significa per te viaggiare?

Uscire dalla mia vita per entrare in quella del mondo.

  • Qual è il viaggio che ricordi con maggior intensità? Perché?

Sicuramente le Hawaii perchè è anche il posto in cui mi sono sposata. Poi Islanda e Giappone.

matrimonio alle hawaii

  • Qual è il viaggio dei tuoi sogni?

Ne ho tanti, da dietro l’angolo all’altro capo del mondo. Al momento in Italia sogno Favignana e il Salento. A medio raggio sogno Sofia, Tel Aviv e i paesi dell’Est Europa. Nel mondo sogno Nepal e Colombia.

  • Come definiresti il tuo stile di viaggio?

Vibrante e libero. In totale connessione con me stessa e col mondo.

  • Come scegli la meta di viaggio?

Spesso la sceglie mio marito perchè deve poter fare kitesurf per cui ci devono sempre essere alcuni giorni dedicati a questo sport con condizioni particolari. Io andrei nel primo posto in cui non sono ancora mai stata.

  • Qual è l’incontro più bello che hai vissuto durante uno dei tuoi viaggi?

Ohhh tantissimi! Sono gli incontri che hanno sempre fatto la differenza nei nostri viaggi. Potrei dire la coppia incontrata a Cuba che arrivava dalla Nuova Zelanda in barca a vela, la coppia incontrata a Miami la mattina di Natale, Kade la nostra guida a Bali con la sua famiglia, la famiglia giapponese che ci ha ospitato per cena in Giappone, la signora che ci ha guidato nel Museo Botanico di Adelaide a Natale, i ragazzi con cui abbiamo fatto il trekking alle Seychelles, la signora delle alghe raccolte a Zanzibar, Kathy che ci ha guidato e fotografato a Berlino… avrei incontri da raccontare per ogni viaggio!

Cena a casa di Aki e Daisuke
Cena a casa di Aki e Daisuke
  • Qual è il tuo sogno nel cassetto?

Non ho sogni nel cassetto. Sono felice come sto, quel che viene in più è la ciliegina sulla torta.

Rispondo alle domande di Alice

  • Come organizzi i tuoi viaggi e come scegli le mete?

Sulla scelta della meta è piuttosto facile… avendo visto solo il 33% del mondo, direi che ho ancora una lunga lista da spuntare tra quel che resta!

Per quanto riguarda l’organizzazione, molti anni fa seguivo un solo e unico procedimento, piuttosto metodico, oggi non più. Ogni viaggio è a sè e ne valuto l’organizzazione di conseguenza. Ci sono quelli in cui preferisco prenotare con largo anticipo e pianificare molto, altri in cui è piacevole e possibile lasciare spazio all’imprevedibilità, viaggi in cui incastrare trasporti e spostamenti e altri in cui godersi i posti e muoversi senza troppi pensieri.

  • Qual è stato il tuo viaggio più memorabile?

Difficile scegliere. Forse il viaggio on-the-road in California + Polinesia. Era il 2013 e uno dei primi viaggi che facevamo oltreoceano, insieme a mio marito. Avevo organizzato tutto io, tutto nei minimi dettagli, le tappe, gli spostamenti, gli incastri… non eravamo ancora così esperti ma era stato stupendo. Lo rifarei subito!

Polinesia
Polinesia
  • Hai mai avuto imprevisti in viaggio e come li hai superati?

Qualcuno si ma diciamo che io sono piuttosto tranquilla di fronte a qualsiasi imprevisto. Affronto tutto con la convinzione che ogni problema ha una soluzione, in viaggio come nella vita, e questo mi permette di restare calma e lucida per non farmi prendere dal panico.

  • Hai mai avuto un incontro che ti ha fatto riflettere o che ha reso il tuo viaggio speciale?

L’incontro più significativo è senza dubbio quello avuto con gli abitanti di Tumbatu Island, piccola isola al largo di Zanzibar nell’Oceano Indiano. Persone che non sono abituate ai turisti, che non sono nemmeno abituate ad uscire dall’isola e che vivono ancora secondo le loro tradizioni più radicate, gli stregoni e i riti vudu. Al nostro passaggio i bambini scappavano o si nascondevano e ti guardavano da dietro l’angolo con un misto di timore e curiosità.

  • Qual è il piatto più strano assaggiato o mangiato nei tuoi viaggi?

Probabilmente l’hàkarl, lo squalo fermentato islandese, o anche la kaya, una confettura di cocco e uova malesiana. Deliziosa!

  • In quale città o Paese ti trasferiresti subito?

Sicuramente in Australia! Per come siamo fatti, io e mio marito, adoriamo gli spazi ampi, la natura e poca gente. Basti pensare che ha una densità di 2,79 abitanti per km2 quando in Italia sono 199! 😀

Kangaroo Island
Kangaroo Island
  • Quale viaggio hai ancora chiuso nel cassetto?

Tanti, ma se vado a ripescare la famosa lista da spuntare, ai primi posti troviamo Nepal, Colombia e Sud Africa.

  • DOMANDA SPECIFICA: Oltre ai viaggi, nel tuo blog parli anche di lifestyle. Visto che stiamo andando verso il periodo autunno/inverno, hai dei consigli per attività creative da svolgere a casa?

Certo che si! Ho preso da poco Your flow keep calm daily craft book che vi consiglio!

Your flow keep calm daily craft book
Your flow keep calm daily craft book

Si tratta di 365 progetti di disegno, fotografica, creazioni artistiche da fare ogni giorno. La grafica è splendida e le attività super carine!

Mentre per altri spunti sul tema, vi rimando al mio articolo 10 (+1) libri creativi che ho adorato

Le mie nomination

Per l’occasione ho scelto di nominare:

un momento. perchè la routine è letale

Mi piace perchè… la personalità di Jessica è unica e traspare dalle sue foto, che sprigionano un’atmosfera surreale, e dal suo modo di raccontare. Mi fa sognare!

in valigia con arianna

Mi piace perchè… Ari è una ragazza pura e autentica che trasmette con passione e impegno il suo amore per i viaggi. Adora l’Asia e cura una splendida rubrica sulla Toscana.

travel and marvel

Mi piace perchè… mi è bastato leggere uno dei suoi articoli su Taiwan, anni fa, per capire di avere tanto in comune a tema viaggi. Adora la Cina infatti sul suo blog troverete tantissimi articoli su questo Paese!

ti chiamo quando torno

Mi piace perchè… gli articoli di Federica sono ricchi di dettagli e informazioni utili, quelle che cerco sempre quando esploro una nuova destinazione. Super originale la sezione Biglietti da visita!

Le domande

Ed eccomi alla parte più complicata di questo articolo: le mie domande per i nominati!

  1. Qual è stato un episodio divertente accaduto in viaggio?
  2. Qual è il luogo meno turistico in cui sei stato/a?
  3. Qual è il mezzo più strano con cui ti sei spostato in viaggio?
  4. Scegli un luogo in Italia, in Europa e nel Mondo in cui ti piacerebbe vivere.
  5. Quali sono i tre ricordi di viaggio che porti nel cuore?
  6. Qual è lo spettacolo della natura che ti ha colpito di più?
  7. Qual è il popolo con cui ti sei trovato meglio? Perchè?
  8. C’è un luogo che ti ha deluso? Perchè?

Cosa devi fare?

Regolamento

Chi viene nominato è libero di continuare il ciclo, rispondendo alle domande e presentando a sua volta altri blog. Queste le regole da seguire:

  1. Menzionare nell’articolo la persona che a sua volta ti ha menzionato
  2. Rispondere alle domante che ti sono state poste
  3. Nominare altri 4 blogger e fornire loro delle nuove domande alle quali dovranno rispondere
  4. Scrivere le regole nell’articolo ed inserire il logo del Sunshine Blogger Award

Quanto a me, spero di avervi intrattenuti, incuriosito e divertito! Ci vediamo presto con i prossimi articoli!

0 Shares
2 comments
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *