Koh_Lanta_isole_in_Thailandia

Isole in Thailandia: alla scoperta di Koh Lanta

0 Shares
0
0
0

Cosa vedere a Koh Lanta, un gioiello nascosto nel sud della Thailandia, è una destinazione che incanta chiunque la visiti con le sue spiagge da sogno, la natura rigogliosa e le numerose attività a contatto con la natura. Quest’isola, meno affollata rispetto ad altre mete turistiche thailandesi, offre un’esperienza autentica e rilassante, permettendo di scoprire la cultura locale e di immergersi in paesaggi mozzafiato. Che tu sia alla ricerca di avventura, di momenti di puro relax o di un tuffo nella cultura e nella cucina thailandese, Koh Lanta ha qualcosa da offrire a tutti. In questo articolo, esploreremo insieme le principali attrazioni e i tesori nascosti di questa perla thailandese.

Koh Lanta si distingue come una gemma preziosa nel panorama delle isole thailandesi, grazie al suo perfetto equilibrio tra bellezza naturale e atmosfera tranquilla. Questa destinazione riesce a catturare l’entusiasmo di chiunque la visiti, offrendo un’esperienza autentica lontana dalle folle turistiche. Le sue spiagge, caratterizzate da acque cristalline e sabbia fine, sono il luogo ideale per chi cerca la serenità e il contatto con la natura.

A differenza di altre località più conosciute e affollate in Thailandia, Koh Lanta si presenta come un rifugio tranquillo, dove è possibile godere delle meraviglie marine in totale relax. Qui, le giornate trascorrono placide, tra bagni in acque calme e pause rigeneranti. L’isola offre inoltre la possibilità di immergersi nella cultura locale, esplorando i piccoli villaggi e assaporando le delizie culinarie tradizionali.

Koh Lanta si è rivelata immediatamente come una destinazione unica, distante dalle rotte turistiche più battute e, proprio per questo, incredibilmente affascinante e tranquilla. Le sue spiagge ampie sono un vero invito al relax, e anche nei periodi di alta stagione è possibile godere di una serenità impagabile, lontani dalle folle. Servizi come massaggi sulla spiaggia, offerti a prezzi convenienti (circa 10 euro per un’ora), e cene romantiche a lume di candela, sono facilmente accessibili senza prenotazioni stressanti o lunghe attese.

Quando andare

Per quanto riguarda il periodo migliore per visitare Koh Lanta, dicembre si è rivelata una scelta eccellente. Durante questo mese, il clima è ideale, con piogge scarse e temperature piacevoli. Questo periodo coincide con la stagione secca sul lato andamano della Thailandia, garantendo condizioni meteorologiche ottimali in quel periodo dell’anno.

Koh Lanta spiagge

Usi e costumi

Koh Lanta si distingue per la sua comunità prevalentemente musulmana, che vive in armoniosa coesistenza con gli altri residenti e visitatori dell’isola. È affascinante e arricchente osservare la convivenza di diverse culture e la piena integrazione delle donne musulmane, che partecipano attivamente alla vita sociale e lavorativa. La presenza di donne con il velo impegnate in attività lavorative, nei negozi o nei bar, è un’espressione tangibile di una società inclusiva e rispettosa.

In tutta l’isola, e in particolare nelle zone meno turistiche, si respira un clima di sicurezza e tranquillità. Nonostante la consapevolezza che sia sempre bene mantenere un certo livello di attenzione, il senso di sicurezza prevale, contribuendo a rendere la permanenza a Koh Lanta estremamente rilassante. Non ci sono stati momenti in cui ci siamo sentiti seguiti, minacciati o a rischio di essere importunati o derubati, una condizione che si riflette in tutto il contesto thailandese.

Koh_Lanta_Thailandia_spiagge

Come arrivare e muoversi

L’accesso a Koh Lanta è possibile attraverso diversi mezzi di trasporto: se provenite da altre isole, potete prendere una barca (con collegamenti da Koh Phi Phi, Phuket, Railay e altre destinazioni), oppure potete arrivare via terra dagli aeroporti di Trang o Krabi.

Nel nostro caso, siamo atterrati a Krabi e abbiamo optato per il servizio di taxi Kohlantataxi. Per un costo di 70 euro e un tragitto di 2 ore e 30 minuti, siamo stati trasportati comodamente fino al nostro hotel. Questa opzione, benché non la più economica, si è rivelata estremamente pratica, specialmente dopo un lungo viaggio comprensivo di tre voli e uno stop over di 8 ore ad Hong Kong, durante il quale abbiamo anche fatto una breve visita alla città.

L’utilizzo di questo servizio ci ha permesso di evitare il fastidio di dover contrattare e spiegare la nostra destinazione, garantendoci un viaggio confortevole su un furgoncino dotato di sedili reclinabili, dove abbiamo potuto riposarci per due ore.

Per quanto riguarda gli spostamenti sull’isola, lo scooter rappresenta la soluzione più agile e diffusa (non dimenticate di richiedere i caschi, obbligatori). Tuttavia, è importante procedere con cautela: nel corso di quattro giorni, abbiamo assistito a due incidenti stradali. La strada principale che attraversa l’isola da nord a sud non è particolarmente trafficata, ma presenta tratti dissestati e aree con sabbia o ghiaia che possono rendere la guida più impegnativa. Se preferite non guidare, troverete facilmente tuk-tuk e taxi a vostra disposizione.

Per il noleggio dello scooter, sarà sufficiente mostrare il vostro passaporto. Tuttavia, in caso di controlli da parte delle forze dell’ordine o di eventuali incidenti, è necessario essere in possesso della patente internazionale (modello Ginevra 1949). Infine, assicuratevi di sottoscrivere una buona polizza assicurativa che copra eventuali danni a terzi, spese mediche e altre necessità.

Dove dormire

Il nostro soggiorno presso Lanta Wanida è stato eccezionale, un vero colpo di fortuna. A dispetto delle poche recensioni disponibili, di cui nessuna lasciata da italiani, siamo stati colpiti positivamente dalle immagini e abbiamo deciso di affidarci al nostro istinto. Avendo prenotato appena un mese prima della partenza e in prossimità del Capodanno, molte delle strutture con un buon rapporto qualità/prezzo erano già al completo. Non eravamo tuttavia disposti a spendere cifre esorbitanti per un soggiorno in un’isola thailandese meno conosciuta, quindi ci siamo dedicati a una ricerca approfondita.

È così che abbiamo scoperto Lanta Wanida, un piccolo resort gestito con cura e passione da una famiglia locale. La struttura dispone di una decina di camere, ma la vera perla sono le due camere in legno, arredate in stile thai. Queste sistemazioni sono uniche nel loro genere: bagni recentemente ristrutturati, piastrellati e impeccabili. Un piccolo angolo cucina con stoviglie in perfetto stato per preparare spuntini leggeri; frigorifero, terrazzo, ventilatore e aria condizionata. Consigliamo vivamente di optare per una di queste due camere rispetto alle standard: il costo leggermente superiore è ampiamente giustificato dalla qualità dell’esperienza.

La gentilezza e la disponibilità delle due signore alla reception hanno reso il nostro soggiorno ancora più piacevole. Si sono prestate a offrirci succhi e frutta fresca, hanno organizzato rapidamente il noleggio di uno scooter che è stato consegnato direttamente al resort, ci hanno fornito utili consigli e sono sempre state attente alle nostre esigenze.

Per quanto riguarda la colazione, il resort ha un accordo con il Kansa Restaurant, situato a soli cinque minuti a piedi (o un minuto in scooter), proprio sulla spiaggia, garantendo così un inizio di giornata comodo e rilassante.

Cosa vedere e cosa fare sull’isola

Spiagge Incontaminate: Le spiagge di Koh Lanta sono famose per la loro bellezza mozzafiato e la loro atmosfera rilassata. Long Beach (Phra Ae Beach) è una delle spiagge più popolari, con la sua sabbia fine e le acque cristalline. Per coloro che cercano un’esperienza più isolata, la Bamboo Bay offre un rifugio tranquillo circondato da colline rigogliose e vegetazione lussureggiante.

Koh_Lanta_cities

Snorkeling e Immersioni: Le acque turchesi di Koh Lanta sono un paradiso per gli appassionati di snorkeling e immersioni. Il Parco Marino di Koh Lanta offre siti di immersione di livello mondiale, con una straordinaria biodiversità marina e splendidi coralli. Anche le isole vicine, come Koh Rok e Koh Haa, sono facilmente raggiungibili con escursioni in giornata e offrono opportunità imperdibili per esplorare il mondo sottomarino.

Esplorare la Cultura Locale: Koh Lanta vanta una ricca eredità culturale, con una miscela unica di influenze musulmane, cinesi e thailandesi. Visita il Vecchio Centro Cittadino per un tuffo nel passato, con le sue case tradizionali su palafitte e i negozi di antiquariato. Non perdere l’opportunità di assaggiare la cucina locale nei numerosi mercati notturni dell’isola, dove potrai gustare piatti autentici e deliziosi snack di strada.

Avventure nella Natura: Per gli amanti della natura, Koh Lanta offre una varietà di attività all’aperto. Esci in kayak attraverso i mangrovieti del Parco Nazionale di Mu Ko Lanta, o intraprendi un’escursione alla scoperta delle cascate nascoste dell’isola. La grotta di Tham Khao Maikaeo, con i suoi intricati sistemi di grotte e piscine, offre un’avventura unica per coloro che sono pronti a esplorare le meraviglie sotterranee.

Relax e Benessere: Infine, non c’è modo migliore di concludere la tua giornata su Koh Lanta che con un rilassante massaggio thailandese sulla spiaggia al tramonto. Molti resort e spa sull’isola offrono trattamenti benessere per rigenerare corpo e mente.

Koh Lanta

Se stai organizzando un viaggio in Thailandia potrebbe interessarti anche l’articolo Bangkok: cosa fare in 3 giorni nella capitale thailandese.

0 Shares
Disclaimer: Questo articolo potrebbe includere link affiliati, attraverso i quali guadagno una commissione se decidi di fare un acquisto. Questo non influisce sul prezzo che paghi e mi aiuta a mantenere il sito attivo.
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *